Cultura e eventi

Verso Pescara – Perugina, parola a Oddo

Città Sant’Angelo. In occasione dell’ultimo allenamento dei biancazurri in vista dell’anticipo di domani dell’Adriatico che li vedrà contrapposti al Perugina, il tecnico Massimo Oddo ha analizzato il momento. Non convocati Sansovini e Campanaro.

“Si può anche perdere ma si deve creare un buon gruppo – ha esordito il tecnico biancazzurro – abbiamo perso, lo abbiamo fatto pesantemente, ma ci dobbiamo rialzare. Il compito dell’allenatore è quello di fare delle scelte, possono essere condivise o meno, ma di solito è l’allenatore quello che deve scegliere. Fino a questo momento non mi è mai capitato di fare delle scelte imposte, altrimenti mi sarei dimesso perché se devo sbagliare preferisco farlo con la mia testa. Per scegliere ci vogliono tante valutazioni e chi meglio dell’allenatore e del suo staff può farlo in piena libertà. Al momento siamo concentrati su una partita per noi molto importante perché abbiamo voglia di riscattarci, siamo consapevoli di aver commesso tanti errori, ma possiamo riscattarci solo attraverso l’impegno, la costanza e la convinzione di voler fare bene. Un conto è avere una squadra come ad esempio il Bari con giocatori che hanno una grande esperienza, con tanti campionati alle spalle ed un conto è avere una squadra costruita ex novo e costituita da tanti giovani e con tante incertezze da parte dei singoli. Abbiamo fatto un mercato volto a questo. Ho una squadra che lavora bene, che ha voglia di riscatto e siamo convinti che possa fare bene. Mi dispiace essere preso per presuntuoso perché tutto sono tranne che presuntuoso. Stiamo cercando di creare una mentalità che si basa sull’andare a fare la partita ovunque senza cercare alibi. Poi da qui a dire che si va a vincere sicuro ce ne passa. Qualcuno dice che con il caso si può vincere una partita ma con il lavoro e la costanza si può vincere un campionato. Nessuna squadra in questo momento può essere al 100% perché tutte le compagini hanno dei giocatori nuovi. Poi ogni gruppo ha un leader, non ci sono solo leader tecnici ma anche quelli da trovare nel gruppo, spesso stanno in panchina o in tribuna. Leader si nasce ma lo si può anche diventare con l’esperienza acquisita”.
Poi Massimo Oddo si è espresso sul momento dei biancazzurri: “Se non fossi preoccupato sarei un pazzo perché gli errori visti a Livorno sono eliminabili e non sono errori da giocatori di serie B. quello che mi aspetto e che si aspettano tutti è una reazione. Stiamo lavorando con la difesa, stiamo lavorando duro per migliorarla. Per domani c’è bisogno di giocatori con le palle perché troveremo un ambiente non tranquillissimo, non immediatamente ma sicuramente alla prima palla sbagliata. Il nostro compito è quello di far ricredere chi in questo momento è scettico, come quando sono arrivato: all’inizio c’era un po’ di scetticismo e poi si è creato un qualcosa di importante”.
Ed infine sul Perugina: “Mi aspetto una buona squadra, ha fatto una buona campagna acquisti, è una squadra che gioca sulle ali dell’entusiasmo, verranno a fare risultato e, conoscendo il loro allenatore, verranno qui per cercare i 3 punti. Noi cerchiamo di uscire da questo momento con il lavoro”.

Related posts

Provincia di Pescara, pubblicato l’avviso per la consigliera di parità

admin

“Pescara ha memoria”, in città si ricordano i bombardamenti di 72 anni fa

admin

Montesilvano, Martedìmilonga si veste d’inverno

redazione

Lascia un Commento

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. OK Continua a leggere

Privacy & Cookies Policy