Cultura e eventi

A Sulmona rievocazione consegna Decreto Nomina Pontificia a Pietro da Morrone

Sulmona. Per iniziativa del Borgo Pacentrano riviviamo a Sulmona, per la dodicesima edizione, la rievocazione storica avvenuta nella città ovidiana il 18 luglio del 1294, della “Consegna Decreto di Nomina Pontificia a Pietro da Morrone”, l’anacoreta, taumaturgo, che divenne Celestino V.

 

Una figura quanto mai attuale, che doveva ‘’rilanciare il ruolo del Papato, la cui immagine si era fortemente deteriorata a causa di simonia, nepotismo, collusione con l’Impero, vizi ignobili e riprovevoli’’, come asserisce Stefania Di Carlo nel volume riferito all’evento e presentato la settimana scorsa a Sulmona.

La manifestazione teatrale, con ingresso libero, si svolgerà nel cortile del Palazzo dell’Annunziata, Corso Ovidio a Sulmona, venerdì 28 agosto 2015, alle ore 21,30.

La rappresentazione è curata dal Borgo Pacentrano, uno fra i competitore della storica Giostra Cavalleresca di Sulmona, in collaborazione con le associazioni “Studio Arte” dell’Aquila, “Recta Rupes” di Popoli e ‘’Insieme per il Centro Abruzzo’’ di Sulmona.

La sceneggiatura è di Stefania Di Carlo, docente aquilana, scrittrice, giornalista e autorevole studiosa di Celestino V, ricercatrice in Francia di numerose pergamene inedite in latino, riferite a Celestino V ed al suo Ordine. La regìa è dell’attore protagonista Antonio Rampino, in collaborazione con Luigi Di Cesare e Raffaello De Angelis, capitano del Borgo.

I ruoli chiave vengono interpretati, come per l’edizione passata, dagli attori professionisti:

· Antonio Rampino, Pietro da Morrone;

· Tino Catena, “Santuzzo” ovvero San Roberto da Salle, fedelissimo di Pietro;

· Lorenzo Calabrò, cronista partecipante che conduce lo spettatore nelle scene;

· Pietro Becattini, cardinale Stefaneschi.

Adriano Di Buccio è Carlo II d’Angiò. Raffaello De Angelis è il portavoce dei delegati cardinalizi del Sacro Collegio, per la consegna del Decreto di elezione al Soglio romano, giunti da Perugia dopo il travagliato Conclave, a causa delle rivalità delle potenti famiglie degli Orsini e dei Colonna.

Related posts

Chieti, fondi per sicurezza nelle scuole: D’Ingiullo replica al M5S

admin

Si avvicinano le feste natalizie, numerose operazioni dei Carabinieri in provincia di Chieti

admin

Solennità san Bartolomeo patrono diocesi Campobasso-Boiano, Pontificale vescovo Bregantini

redazione

Lascia un Commento

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. OK Continua a leggere

Privacy & Cookies Policy