Politica

A L’Aquila concerto tributo a De Andrè in favore dell’Ospedale San Salvatore

L’Aquila. Domenica 29 maggio, alle ore 18:00, a L’Aquila, all’Auditorium della Scuola per ispettori e sovrintendenti della Guardia di Finanza, ci sarà una serata tributo al grande cantautore Fabrizio De Andrè, con Antonello Persico e gli Arbor, medico-musicista da anni impegnato in un importante progetto di musica e solidarietà.

La serata, che è in favore del reparto di senologia dell’Ospedale “San Salvatore” dell’Aquila diretto dal dott. Alberto Bafile, è organizzata alle associazioni culturali Nomadi Fans club “Un giorno insieme” e Premio Augusto Daolio – Città di Sulmona.

“L’iniziativa”, spiega il presidente del Nomadi fans club “Un giorno insieme”, Vincenzo Bisestile, “ha in animo di coniugare la buona musica con il tema della solidarietà nel solco di un percorso di attività che ha sempre contraddistinto il nostro sodalizio e che oggi trova compimento grazie alla fattiva collaborazione e disponibilità di varie istituzioni pubbliche e di soggetti privati. Il nostro sentito ringraziamento va pertanto alla Guardia di Finanza – Scuola Ispettori e Sovrintendenti nella persona del Comandante Gen. Michele Carbone che ha gentilmente voluto ospitare la manifestazione presso il prestigioso auditorium “Generale S. Florio”. Ringraziamo inoltre il Comandante Provinciale dei Vigili del Fuoco dell’Aquila Dott. Ing. Ennio Aquilino e lo stesso Dott. Persico per il suo lodevole e costante sostegno al Reparto di Chirurgia Pediatrica dell’Ospedale Civile Santo Spirito di Pescara attraverso l’Associazione A.M.I.C.O”.

La serata prevede posti numerati con prenotazione obbligatoria. Per informazioni si può contattare il 389 9737620 oppure scrivere a premiodaolio@email.it

Antonello Persico è nato a Chieti nel 1957. Vive a Pescara, sposato, con tre figli. Laurea e specializzazione in Chirurgia Pediatrica a Milano. Lavora nel reparto di Chirurgia Pediatrica dell’Ospedale Civile di Pescara.

All’età di 14 anni scopre la musica e le canzoni di Fabrizio De Andrè, ascoltando la cassetta della Buona Novella, regalatagli da suo fratello Mario. Da quel momento inizia a cantare in famiglia e con gli amici. Durante gli anni universitari, Antonello continua a cantare le canzoni di Fabrizio, immedesimandosi nelle sue storie e facendolo diventare un riferimento musicale e culturale che lo accompagnerà sempre. Tornato a Pescara, incoraggiato da suo nipote Nicola Persico, ora ginecologo della Clinica Ginecologica Mangiagalli di Milano e tastierista degli Arbor gruppo rock pescarese, ha cominciato ad esibirsi in concerti per beneficenza che durano tutt’ora e per mezzo dei quali ha realizzato tantissimi progetti per l’Associazione Malformazioni Infantili Chirurgiche Onlus (A.M.I.C.O.), che supporta il Reparto di Chirurgia Pediatrica dell’Ospedale Civile di Pescara come :strumenti chirurgici, due ecografi, la clownterapia, la climatizzazione del Reparto ecc.

Per questo suo impegno ha ricevuto numerosi riconoscimenti. Il suo sogno ricorrente è “quello di continuare a cantare, ad aiutare chi ha bisogno e a far rivivere nei nostri cuori, e in quello di chi viene sempre a sentire le nostre esibizioni, la vitalità, l’esempio e gli insegnamenti di Faber. Speriamo, quindi, di non doverci svegliare mai perché vogliamo continuare a sognare per tanto e tanto altro tempo… ancora e magari chissà… un concerto a Genova”.

Related posts

Cig in deroga, Marcozzi: “Abruzzo in fondo alla classifica dei pagamenti per la lentezza della giunta di centrodestra”

redazione

Anche San Giovanni Teatino.. s’illumina di meno

redazione

Pescara, arriva “Xmas in Lol” con il Lercio Live Tour

admin

Lascia un Commento

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. OK Continua a leggere

Privacy & Cookies Policy