Cultura e eventi

Sport, Natura e Gastronomia alla 18° Gran Fondo Ciclistica “Fara San Martino”

Fara San Martino. Si svolgerà regolarmente domani domenica 26 giugno la 18° Gran Fondo Ciclistica Fara San Martino – XVI Memorial Levino Tavani, organizzata dall’ASD Cicloclub Hotel Del Camerlengo di Fara San Martino e prova valida del Circuito CENTROITALIA TOUR. Due i percorsi: quello di 98 km e quello 140 km.

La manifestazione, che si svolgerà nel territorio del Parco nazionale della Maiella, prenderà il via alle 8,30 da Fara San Martino, famosa per la pasta De Cecco e per essere il paese della Maiella, questo enorme gigante che è meta di appassionati dell’arrampicata e del trekking. Attraversando le spettacolari gole di San Martino sarà possibile ammirare il monastero benedettino riportato alla luce nel 2004 dall’Amministrazione comunale Dopo che era stato sepolto tempo addietro a seguito delle alluvioni. E come non ammirare lo spettacolo che la montagna offre con i suoi colori in una bella giornata di sole o le sorgenti d’acqua incontaminate di colore verde che dà il nome al fiume. Ma da vedere ci sono anche diverse bellezze architettoniche di non poco conto, come l’antico Torrione o il magnifico quartiere antico di Terra Vecchia, dove ancora oggi vivono numerose famiglie, che con le sue viuzze e i suoi stretti vicoletti farà fare al visitatore un salto nell’antichità. E ancora la chiesa parrocchiale di San Remigio, con le sue navate e uno dei capolavori unici in Italia, un quadro del famoso Tanzio da Varallo, e poi la meravigliosa chiesa dell’Annunziata con affreschi di notevole importanza e tanto altro.

Dal punto di vista tecnico questa edizione prevede un tragitto rinnovato, che si snoderà tra valli panoramiche e boschi di faggi, tra centri storici e strade tortuose. Il percorso si snoderà quasi completamente nel cuore del territorio del Parco Nazionale della Majella, attraversando vere e proprie valli incantate toccando i centri di Fara San Martino, Lama dei Peligni, Palena, Campo di Giove, Cansano e Pescocostanzo, per poi riscendere nuovamente a Palena Lama e arrivare a Fara San Martino. I più agguerriti e preparati saranno indirizzati da Palena verso Fonte della Noce, Torricella Gessopalena, Casoli, costeggiare il Lago nella sua totalità, per poi risalire per quattro chilometri fino a giungere a Corpi Santi e poi l’arrivo in discesa a Fara San Martino.

Nella terra della Pasta e dei famosi pastifici di Fara San Martino, De Cecco in primis, che hanno fatto conoscere Fara San Martino in tutto il mondo, e nel pieno del parco Nazionale della Maiella si offrirà ai partecipanti la possibilità di godere paesaggi insoliti e spesso dimenticati, nei quali domina ancora una dimensione culturale e umana che ha conservato intatti i principi del rispetto della tradizione e degli ambienti. Le valli attraversate dalla gara, si presentano come vere e proprie “valli incantate” ricche al loro interno di spunti archeologici, centri storici perfettamente conservati, eremi di montagna e castelli medievali, grotte e laghi naturali, colline verdissime, fitte pinete e boschi secolari, il tutto ingentilito dalla genuina ospitalità degli abitanti, che non faranno mancare il loro solito e proverbiale calore.
Da non perdere le Gole di San Martino, le Sorgenti del fiume Verde e il Monastero Sepolto a Fara San Martino, le Grotte del Cavallone a Lama dei Peligni, l’eremo “Madonna dell’Altare” a Palena, il Castello Ducale e il Lago di Casoli.

Finite le fatiche tutti al pasta party offerto da HOTEL DEL CAMERLENGO e PASTA DE CECCO, aperto a tutti.

Related posts

Pescara: droga nelle case popolari, quattro persone tratte in arresto dalla Polizia

admin

Foschi (Associazione ‘Pescara – Mi piace’) su seduta Commissione per dormitorio dei portici di via Carducci

admin

Lanciano, due annulli speciali per Filanxanum

admin

Lascia un Commento

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. OK Continua a leggere

Privacy & Cookies Policy