Politica

Lanciano, Perlage ricomincia da tre e diventa regionale

Lanciano. Ogni territorio racconta la propria storia di cultura e tradizioni ed ogni produzione enogastronomica nasce e i sviluppa in un contesto unico; l’unione di questi fattori determina una precisa identità territoriale e diviene un brand turistico e culturale.
Duemila anni di storia, cultura e tradizioni secolari fanno di Lanciano una città speciale, “Perlage”, vuole raccontare attraverso l’enogastronomia, il gusto di una città nella magia del suo centro storico.
Al Lanciano, il 19 e 20 agosto prossimi, si terrà la terza edizione di Bollicine Cultura e Gastronomia nella Lanciano Antica. Dopo il successo delle passate edizioni l’evento si appresta ad assumere dimensione regionale ospitando le migliori cantine abruzzesi produttrici di spumanti e le produzioni agricole regionali d’eccellenza.
“Sono sempre stata convinta dell’importanza di promuovere e valorizzare le peculiarità e le bellezze del centro storico della nostra città – ha sottolineato la presidente dell’associazione ‘Ristoratori Cucina Tipica Lanciano’, Loredana Pasquini – e ‘Perlage’ è nata proprio con questo spirito, con la volontà di mettere insieme le nostre professionalità e creare un evento capace di incuriosire e attrarre persone anche da fuori Lanciano. In qualità di presidente dell’associazione ‘Ristoratori Cucina Tipica Lanciano’, due anni fa ho creduto fortemente in un progetto capace di esaltare le tipicità del territorio e insieme a Rossella Piccirilli abbiamo dato vita e concretezza a un’idea elaborando un ‘pacchetto’ completo con degustazioni guidate ed appuntamenti culturali. Ed è stato un successo, tante le persone richiamate da questa inedita manifestazione e che hanno avuto l’opportunità non solo di assaggiare e degustare vini e piatti tipici, m anche di conoscere e apprezzare la nostra città. L’edizione 2016 si arricchisce di alcune interessanti novità e registra anche la partecipazione qualificante di Slow Food e di Lancianofiera, due presenze che contribuiscono a dare spessore e visibilità all’evento. E questo testimonia l’efficacia e la validità del progetto sono molto contenta di questo risultato e mi auguro che la terza edizione raddoppi presenze e consensi, noi ristoratori faremo la nostra parte e se ognuno farà bene la propria i risultati ci saranno sicuramente. Credo anche che l’amministrazione dovrebbe dare spazio e sostenere questo tipo di iniziative che punta proprio a promuovere le eccellenze e le caratteristiche del territorio”.
La manifestazione è organizzata dall’Ente Fiera di Lanciano in partnership con il Consorzio Tutela Vini d’Abruzzo, Slow Food Lanciano, l’associazione Ristoratori Cucina Tipica Lanciano e la Confederazione Italiana Agricoltori e con il patrocinio dell’amministrazione comunale di Lanciano.
Per due giorni i visitatori, dopo aver acquistato il kit con sacchetta e bicchiere, passeggiando nei vicoli, potranno degustare nei ristoranti del centro storico decine di etichette regionali di spumanti in abbinamento alle migliori specialità preparate dagli chef frentani con ingredienti scelti fra i presidi regionali Slow Food.
“Dobbiamo capire che non dobbiamo essere solo nella nostra casa – ha spiegato il presidente di Lanciano Fiera, Franco Ferrante – con le aziende che lavorano sempre di più sulla qualità, noi vogliamo stare di più sul territorio cercando di fare stare la Fiera sempre di più sulla città. Noi vorremmo essere anche nella regione sia da un punto di vista della ristorazione che dello Slow Food. Inoltre vogliamo mirare anche alla vendita di prodotti di eccellenza. Noi abbiamo anche un obiettivo in più: con il Consorzio Tutela Vini abbiamo voluto lavorare in sinergia, è evidente che dovrebbe portare un po’ di originalità. L’Abruzzo dovrebbe essere visto di più come Montepulciano e Trebbiano, ma anche con i nostri spumanti e ne andiamo fieri. Abbiamo cercato di mettere la nostra esperienza nell’organizzazione dell’evento, abbiamo voluto mettere qualcosa in più per renderlo più importante. Abbiamo cercato di mantenere aperti i punti di interesse maggiori come il Museo Diocesano ed offrire a tutti una visione completa di Lanciano”.
Il programma si articola in quattro sezioni. Sono previsti numerosi tour gratuiti guidati da esperti alla scoperta del centro storico, della Lanciano sotterranea e del Museo Diocesano.
Le degustazioni delle principali etichette regionali avranno luogo presso tutti i ristoranti aderenti i quali allestiranno all’esterno dei propri locali dei banchi di degustazione spumanti e di offerta delle loro specialità nella formula street menu veloce poco impegnativa e da consumare passeggiando da un locale all’altro, mentre all’interno dei locali sarà confermata la formula dinner con menu speciali elaborati per una cena completa abbinata alle bollicine.
Presso l’Auditorium sono previsti alcuni importanti momenti culturali: il giornalista del Gambero Rosso, Alessandro Bocchetti, organizzerà due percorsi guidati alla scoperta degli spumanti abruzzesi. Sempre in Auditorium saranno presentati i volumi “Lo chef della salute” e ”I pastori in terra d’Abruzzo”. Inoltre, come nelle annate precedenti, si condivideranno in sinergia con le associazioni culturali numerosi eventi musicali e di spettacolo nelle piazze e nei vicoli.
A Largo San Lorenzo sarà organizzato da Slow Foddo e dalla Cia un mercatino delle eccellenze agroalimentari abruzzesi.
“Sono contento di questa nuova esperienza – ha detto il presidente del Consorzio Tutela Vini d’Abruzzo, Valentino Di Campli – ci si deve adeguare con i tempi. Il Consorzio è l’Ente che si occupa di preservare il vino italiano cercando di diffonderlo in Italia e nel mondo. La nostra regione non ancora esprime minimamente le proprie particolarità. Stiamo ottenendo migliori risultati coinvolgendo più organizzatori, invito a proporre prodotti autentici. Questa è veramente un’iniziativa da sostenere, una guida al gusto. Questa manifestazione è stata fatta con spirito di partecipazione e ci abbiamo creduto”.
Perlage è un’esperienza da condividere e tutti coloro che pubblicheranno sui social il proprio selfie con l’hastag #perlage2016experience riceveranno una degustazione gratuita.
“Ringrazio Valentino Di Campli che è stato un assessore importante , oggi è qui in vesti diverse – ha rimarcato il sindaco di Lanciano, Mario Pupillo – ringrazio anche tutti coloro che hanno voluto aderire a Perlage che è un’iniziativa geniale e che ha trovato interesse nella nostra città. Tutto questo è un aspetto che ancora una volta dimostra il suo valore. Abbiamo fatto una scelta che è quella di investire uno spazio del centro storico che è Santa Maria Maggiore. Sarà uno spazio dove tutte le attività produttive possono svolgere un’attività di pubblicizzazione dei prodotti. Questa non è una città di destinazione turistica, ma la diventerà se saremo bravi noi. Ringrazio Rossella Piccirilli per la sua competenza. Questa è una regione che ha saputo nascondere le proprie eccellenze, questa è una cosa che mi sorprende ogni giorno di più. L’obiettivo che abbiamo con queste manifestazioni è quello di fare il salto di qualità e questo lo si fa attraendo il turismo”.

Related posts

Pettinari: “Continuano i grandi sprechi nella Asl di Pescara”

redazione

E’ uscito “Ok silenzio”, il nuovo album di Max Deste

admin

Ortona, festeggiamenti in onore di Santa Barbara

admin

Lascia un Commento

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. OK Continua a leggere

Privacy & Cookies Policy