Politica

Ortona, la giunta comunale approva il progetto esecutivo di riqualificazione e adeguamento della sala Dino Zambra

Ortona. Con l’approvazione in giunta del progetto esecutivo si apre la fase esecutiva dei lavori di riqualificazione e adeguamento della sala “Dino Zambra”. Infatti i prossimi adempimenti riguarderanno la gara d’appalto per l’assegnazione dei lavori e l’apertura del cantiere. Il progetto esecutivo di 150mila euro curato dall’architetto Massimiliano Caraceni consisterà di opere di straordinaria manutenzione della sala adibita a rappresentazioni teatrali e proiezioni cinematografiche a partire dalla fine degli anni settanta con una capienza di circa 350 posti a sedere. Per molti anni il “Dino Zambra” è stato uno dei poli culturali e di aggregazione della comunità ortenese, costruito a partire degli anni trenta intorno alle attività della Congregazione Salesiana di via Costantinopoli. Nel marzo del 2013 con un atto di Consiglio comunale, il diritto di superficie del cineteatro è passato dall’ente ecclesiastico al Comune con una contratto di concessione di 60 anni.

«Questa ristrutturazione che come amministrazione abbiamo voluto – sottolinea il sindaco Castiglione – arricchisce la nostra offerta di spazi culturali e ricreativi della città ma soprattutto potrà diventare un’opportunità di crescita per tanti giovani».

I lavori messi in cantiere dall’amministrazione con un recupero funzionale della struttura riguarderanno il rifacimento degli intonaci e delle murature, la sostituzione degli infissi, il ripristino di canali e guaine di gronda, la sanificazione e pulizia della sala nonché la sistemazione e l’adeguamento degli impianti elettrico, condizionamento estivo e invernale, sanitario. Inoltre sono previste opere per l’adeguamento della struttura alle barriere architettoniche e all’antincendio, con la sostituzione di tutte le uscite di sicurezza con porte tagliafuoco.

«Per completare gli adeguamenti degli impianti e rendere la struttura operante anche come sala cinematografica – sottolinea l’assessore ai Lavori pubblici – abbiamo previsto anche la devoluzione di un residuo di mutuo di 26mila euro, questo per rendere da subito pienamente operativa questa importante struttura culturale della città».

Related posts

Pescara, il sindaco Alessandrini e l’assessore regionale Di Matteo inaugurano l’edizione 2017 di Mostra del Fiore Florviva

admin

Africa Unite, Bunna e Madaski a Chieti Scalo

admin

“Luoghi Comuni. L’arte connette città e paesi”, tavola rotonda a Montesilvano Colle

admin

Lascia un Commento

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. OK Continua a leggere

Privacy & Cookies Policy