Sport

L’Acqua&Sapone Unigross prima soffre e dilaga. Ci vuole il Toro Gui per piegare un tosto Lido di Ostia

Città Sant’Angelo. Le partite come questa di solito sono le più insidiose. Facili solo sulla carta, rischiano spesso di prendere la piega sbagliata. E’ capitato proprio così all’Acqua&Sapone Unigross contro il Lido di Ostia: il 9 a 2 finale è maturato soltanto nella seconda parte della ripresa, dopo che una prodezza – l’ennesima – del Toro Gui aveva sorpreso Di Ponto e segnato sul tabellone il 2-1. E’ crollato qui, all’8’’ del secondo tempo, il castello di speranze e fiducia costruito nel primo tempo dai ragazzi di Angelini, rimaneggiati, imbottiti di giovani, ma coriacei e sportivamente arrabbiati, come il loro coach. All’intervallo, il Lido è andato sull’1 a 1. Meritato. Un rigore sbagliato da Murilo dopo 7’ (bravo Cerulli a intuire l’angolo di battuta del capitano) aveva aperto la partita. Poi il vantaggio di Coco Wellington, bravo a insistere sul destro da lontano di Calderolli. Sembra tutto in discesa, ma non lo è. Misael commette un errore da principiante e regala a Motta la palla del pareggio al 12’. Il gol degli ospiti fa perdere un po’ la testa ai ragazzi di Scarpitti, che faticano a ritrovarsi e a mettere la freccia.
Nel secondo tempo, la volontà di chiuderla da parte dei padroni di casa cresce con il passare dei minuti. Ma il Lido si difende bene con grinta e non molla. Ecco allora spuntare dal cilindro la giocata del pivot: destro potente e preciso dalla distanza: 2-1. Il vantaggio fa emergere le insicurezze e la stanchezza dei laziali. Si riparte e Dudu finalizza il 3 a 1: sono passati solo 8’’. Protestano i giocatori di Angelini, ma si riprende e l’Acqua&Sapone vuole mettere il punto. Lo fa con Murilo e Calderolli, che poi fanno doppietta quando entra Pazetti come portiere di movimento. Segna ancora Gui nel finale, ma soprattutto il mancino abruzzese doc Carlo Zappacosta, appena entrato. Nella gioia e nei festeggiamenti per il gol del giovane nerazzurro, Barra firma il 9-2 finale. Scarpitti aveva concesso spazio anche a Patricelli e Marrazzo, rispettivamente 2002 e 2001.

ACQUA&SAPONE UNIGROSS – TODIS LIDO DI OSTIA 1-1 (p.t. 9-2)

ACQUA&SAPONE UNIGROSS Ricordi, Patricelli, Marrazzo, Fusari, Murilo, Calderolli, Coco Wellington, Gui, Fior, Misael, Fetic, Rafinha, Dudu, Zappacosta. All. Scarpitti.

TODIS LIDO DI OSTIA Di Ponto, Esposito, Barra Fra., Pazetti, De Bella, Regini, Cutrupi, Motta, Barra Fed., Di Franco, Cerulli, Colasanti. All. Angelini.

ARBITRI Borgo di Schio, Saggese di Rovereto, crono Candria di Teramo.

MARCATORI nel p.t. 10’49’’ Coco Wellington (A), 11’59’’ Motta (LO); nel s.t. 8’ e 18’ Gui (A), 8’06’’ Dudu (A), 10’13’’ e 13’41’’ Murilo (A), 12’36’’ e 17’ Calderolli (A), 19’ Zappacosta (A), 19’56’’ Barra Fra. (LO).

NOTE ammoniti Motta (LO), Gui (A), Misael (A), Esposito (LO), Barra Fra. (LO).

Related posts

Al Museo del Calcio è la Settimana Azzurra con la Coppa di Euro 2020. Le date e le info

redazione

Eccellenza, il Chieti pronto per la ripresa del campionato

redazione

Pescara, torneo di calcio giovanile all’antistadio “Adriano Flacco”

redazione

Lascia un Commento

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. OK Continua a leggere

Privacy & Cookies Policy