Politica

Marsilio chiede zona bianca in anticipo, Fina e Di Febo: “Propaganda, alla norma che non prevede deroghe ha acconsentito anche lui”

L’Aquila. “Il presidente Marsilio non perde mai occasione per distinguersi attraverso l’incoerenza e la propaganda”: inizia così la dichiarazione di Michele Fina e Tommaso Di Febo, rispettivamente segretario regionale del Partito Democratico e co – coordinatore regionale di Articolo 1.

Fina e Di Febo proseguono: “Oggi Marsilio chiede che l’Abruzzo entri con una settimana di anticipo in zona bianca, rispetto al 7 giugno, ma il fatto è che quel 7 giugno non è frutto di alcuna imposizione arbitraria, si tratta del momento in cui saranno trascorse le tre settimane necessarie, in condizioni di incidenza dei contagi moderata, senza possibilità di deroga, ad entrare nella fascia di minor rischio. Lo prevede una norma che ha avuto anche il via libera all’unanimità da parte della Conferenza delle Regioni, in cui naturalmente l’Abruzzo è rappresentato. Che gioco è, presidente Marsilio? Prima asseconda una norma e poi la mette in discussione perché conviene fare polemica e propaganda? L’Abruzzo avrebbe decisamente bisogno di più serietà”.

Related posts

Francavilla, Sandra Milo in visita al Mumi per la mostra di Antonello Favata

admin

A Cori la Festa di Primavera dedicata alla sicurezza stradale e alla beneficenza in ricordo di Lorenzo Pocci

admin

“Fantasia di danze” sul palco dell’Osa con Sesto Quatrini e Milena Storti

admin

Lascia un Commento

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. OK Continua a leggere

Privacy & Cookies Policy