Politica

Abruzzo, D’Incecco: “Basta con il terrorismo mediatico”

Pescara. “La reclame è l’anima del commercio, si sa, ma quando a fare cattiva pubblicità sono organi di informazione di rilievo nazionale la cosa ci lascia perplessi. È di qualche giorno fa la notizia rimbalzata su un prestigioso quotidiano online in cui si attribuiva all’Abruzzo la maglia nera per la qualità delle acque.
Ecco, mi fa piacere che il direttore dell’Arta, Maurizio Dionisio, abbia preso posizione senza paura di essere smentito: l’Abruzzo con i suoi 130 km di costa dispone di 113 punti di campionatura, ovvero quasi un campione a chilometro, cosa che non succede per le altre regioni con range molto più ampi.
Inoltre i punti che sono stati scelti dal sistema nazionale per la protezione dell’ambiente (e che tra l’altro si riferiscono a dati obsoleti rilevati dal 2018 al 2021) sono tutti in prossimità di fossi, foci, fiumi e ben capiamo che questa analisi non può essere considerata veritiera. L’Abruzzo ha un mare sano e pulito e ne sono testimonianza le bandiere blu attribuite alla nostra regione anche quest’anno che in percentuale sono tantissime per i soli 130 chilometri di costa; quindi basta con questo terrorismo mediatico che non è giustificato e non è tollerabile”. Si legge così in nota di Vincenzo D’Incecco, capogruppo della Lega in Consiglio Regionale.

Related posts

La ristampa di “Io non amo” di Jacopo Lupi supera le quattromila copie vendute

admin

Roseto, Giornata della legalità al Piamarta con Marco Ligabue

admin

Valorizzazione cunicoli di Claudio e manutenzione strade fucensi, gli emendamenti a firma di Giorgio Fedele in favore del territorio di Avezzano

redazione

Lascia un Commento

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. OK Continua a leggere

Privacy & Cookies Policy