Sport

Cantera Adriatica Pescara: domenica c’è il derby contro il Chieti

Pescara. Non è una settimana come le altre in casa della Cantera Adriatica Pescara. Domenica prossima le grigioazzurre giocheranno il loro primo derby abruzzese in Serie C, contro le cugine del Chieti. All’antistadio sarà un pomeriggio di spettacolo, anche di pubblico, ma le ragazze di Alessandra Gabrielli vogliono approfittare al massimo della sfida contro le teatine per dare una sterzata al periodo no, proseguito anche domenica scorsa a Napoli contro l’Independent. La Cantera è terzultima e sa che dovrà lottare con tutte le sue forze per conquistare la salvezza nel calcio femminile nazionale. La consapevolezza della missione di Tontodonati e compagne aumenta di settimana in settimana, tanto che nell’ultimo turno, nonostante il ko per 3 a 0, si sono visti segnali di ripresa che fanno ben sperare. “Sì, a Napoli abbiamo probabilmente iniziato un nuovo percorso – conferma il dirigente della formazione pescarese, Michele Galanti – . Abbiamo aumentato notevolmente la percentuale dei tiri in porta, siamo state unite e abbiamo tenuto il campo meglio rispetto alle ultime partite”.

Ora il derby contro il Chieti, una delle candidate alla promozione. Non sarà una partita semplice per la Cantera. “Per noi sono tutte partite difficili, in questi primi mesi in una categoria così importante. Il Chieti è una società abituata a giocare la C per vincere, ha esperienza, ma alle nostre ragazze lo abbiamo detto e lo ripetiamo ogni giorno questa settimana: nei derby le classifiche si azzerano, sono partite che hanno una storia tutta loro, che danno sempre grandi stimoli. Sappiamo che dobbiamo dare tutti più del cento per cento per risollevarci. Il momento è complicato, ma noi non molliamo. La nostra mission è quella di salvarci e tutti siamo intenzionati a lottare fino all’ultimo per riuscirci”.

Dopo sette sconfitte e una classifica che fa tremare, Galanti traccia la strada da seguire, forse l’unica a disposizione delle grigioazzurre: “Dobbiamo restare unite e compatte, lavorare tanto in settimana e pensare a fare piccoli passi avanti di partita in partita. Un risultato positivo oggi ci aiuterebbe molto a stare più sereni, ma dobbiamo puntare ad arrivare bene alle partite decisive, contro le nostre dirette concorrenti. Il gol che non arriva è un problema, ma dobbiamo anche crescere a livello difensivo, visto che i gol subiti finora sono tanti. Quando non riesci a segnare e non puoi vincere, devi saper anche gestire le partite e non perderle. Per riuscirci, devi cercare di non subire gol. Questo è uno degli obiettivi delle prossime settimane, a partire dalla prossima partita”.

Related posts

Il Delfino Curi Pescara: la società in campo contro la violenza di genere e il femminicidio

redazione

Anno 2023, l’alba di una nuova stagione per il Team Go Fast con gli allievi e gli amatori

redazione

In 11 mesi sono nate 1300 iniziative sociali dei 60 club e della Lega Pro

redazione

Lascia un Commento

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. OK Continua a leggere

Privacy & Cookies Policy