Cultura e eventi

Il Panathlon Firenze premia il progetto alfabeto della gentilezza nello sport che parte dai bambini

Firenze. Un riconoscimento all’alfabeto della gentilezza dei bambini per i grandi, che ha generato 25mila parole gentili in 400 giorni, a cui sono seguiti gesti pratici di gentilezza, con le famiglie, le scuole e le società sportive. Il progetto è stato ideato dalla giornalista fiorentina, Gaia Simonetti, vicesegretario Ussi Toscana che fa parte della squadra di ” Costruiamo Gentilezza”, coordinata da Luca Nardi.

Il Panathlon Club Firenze con il presidente Maurizio Mancianti, il Governatore dell’Area, Andrea Da Roit, la vicepresidente international, Orietta Maggi, Franco Vannini consigliere nazionale Ussi, la vicesindaca del Comune di Firenze, Alessia Bettini, il presidente del Comitato toscano dell’Ansmes e la stilista Pola Cecchi, nella prestigiosa cornice del Centro Tecnico di Coverciano, hanno consegnato il premio al merito sportivo a Gaia Simonetti come ”ambasciatrice di gentilezza nel sociale e nello sport”. Un riconoscimento che valorizza anche i progetti sociali nello sport che Ussi Toscana promuove come il “Premio Costruiamo Gentilezza nello sport” assegnato, a settembre, a Guglielmo Vicario, portiere dell’Empoli per il gesto di accoglienza e di ospitalità nei confronti di una famiglia fuggita dalla guerra.

“Il Premio Panathlon 2022 conferito a Gaia Simonetti – ha dichiarato Maurizio Mancianti, presidente Panathlon Club Firenze- è la testimonianza del continuo impegno del Panathlon Club Firenze nel valorizzare nel sociale e nello sport le iniziative dei tanti atleti, dirigenti, giornalisti e sportivi in generale che con il loro esempio quotidiano rappresentano una speranza per i giovani e per i meno fortunati”.

Related posts

Natale in arte a cura di Massimo Pasqualone

admin

Ma il cinese è difficile? Ce lo dice Mishan

redazione

Pescara, M5S su Filanda: “La soluzione esiste. La Regione smetta di mentire ai cittadini”

admin

Leave a Comment