Sport

L’Abba Pineto gioisce ancora al tie-break: al Pala Santa Maria Porto Viro battuta in rimonta

Pineto. E sono quattro. L’ABBA Pineto gioisce ancora. In un Pala Santa Maria gremito e incandescente, i biancoazzurri battono 3-2 (25-19, 21-25, 21-25, 25-23, 15-11) la Delta Group Porto Viro nella 7^ giornata di Serie A2 Credem Banca e salgono a quota 10 punti nella classifica della regular season. Ancora una straordinaria prova di carattere degli abruzzesi, prima in vantaggio nel computo dei set e poi costretti a rincorrere sul 2-1. In crescendo le ultime due frazioni di gioco, culminate prima col pareggio (2-2) e poi con la vittoria in un tie-break interpretato al meglio.

Premio di MVP della partita al polacco Mateusz Frąc: il neo-arrivato opposto dell’ABBA, alla prima stagionale davanti al pubblico amico, debutta con 27 punti e una prova notevole soprattutto dal terzo set in avanti. Partita maiuscola anche per Paolo Di Silvestre e per il capitano Matteo Paris.

PRIMO SET. Il tecnico Giacomo Tomasello riparte dal sei più uno che ha battuto Aversa: capitan Paris, Frąc, Di Silvestre, poi Loglisci, Jeroncic e Nikacevic; il libero è Sorgente. Porto Viro sblocca (1-0), l’ABBA si affida a due fiammate targate Di Silvestre per mettere il naso avanti (3-2). Due errori al servizio consecutivi rimettono Porto Viro in vantaggio di misura (7-6). Contro-sorpasso sul video-replay chiamato dai veneti per la presunta irregolarità al servizio di Frąc, poi smentita (9-8). Ancora pari con Nikacevic poco dopo (10-10), col break dell’allungo dietro l’angolo: il cambio palla dell’11-11 propizia lo sprint biancoazzurro con due squilli ancora di Nikacevic – uno su ace – e il mani out di Paolo Di Silvestre (14-11). Dall’altra parte non basta l’intraprendenza del giovane Barotto, il migliore dei suoi con sei punti, a rovesciare le sorti del set. Primo time-out ospite sul 18-14 ABBA, seconda interruzione sul 22-18. Sale di tono anche Loglisci: cinque punti e suo il 24-19. Pineto chiude sul 25-19.

SECONDO SET. Pineto parte forte con e con Di Silvestre trova il punto del 4-1. Dall’altro lato è il trio Zamagni-Tiozzo-Sette a trascinare Porto Viro con cinque punti ciascuno. Vantaggio veneto sul 9-8 e primo time-out della partita chiamato da Giacomo Tomasello. L’ABBA fa suoi due scambi eterni, lunghissimi, prima costringendo Barotto alla schiacciata out, poi concretizzando con Loglisci (15-14) e finalizzando un break di 3-0. Porto Viro fa male soprattutto a muro: saranno in totale sei nel secondo set. La parte centrale della frazione va via sotto il segno dell’equilibrio. Due volte Nikacevic – sempre in primo tempo – per tenerla in equilibrio (17-17). Porto Viro però è brava ad approfittare delle indecisioni biancoazzurre: ace di Tiozzo per il 19-17 e altro time-out ABBA. Benavidez subentra per Frąc. Porto Viro va al time-out col vantaggio di misura (22-21), ma, a partita ancora aperta, sono il muro proprio sull’argentino e l’invasione di Jeroncic a spalancare le porte del successo per Porto Viro (24-21). Out l’ultimo attacco di Benavidez: 25-21 e 1-1.

TERZO SET. Non basta una grande prova del polacco Mateusz Frąc (9), in netto crescendo rispetto al set precedente, per contenere una Porto Viro concentrata in ricezione e ancora affidata alle finalizzazioni di Zamagni (6) e Sette (6). I veneti accelerano fino al 6-2. Tomasello inserisce Enrico Basso per Jeroncic e il centrale classe 2000 lo ripagherà con due muri-punto. Ma il terzo set dell’ABBA è una salita ripida: 7-2 Porto Viro all’avvio, annullato dal break di 3-0 che, con Nikacevic, rimette il set in equilibrio (10-9). Muro della difesa ospite su Frąc e Pineto torna sotto 13-10. Ci prova Di Silvestre a rimetterla in piedi per l’ennesima volta: due punti per lo schiacciatore pescarese e sorti della frazione che tornano incerte nonostante lo svantaggio minimo (14-13). L’elastico oscilla tra due e tre punti a dividere le due squadre, sempre con Porto Viro avanti. Ultimo time-out degli ospiti sul doppio vantaggio (21-19). Gli ultimi palloni non sorridono all’ABBA: muro su Di Silvestre per il 24-20, match point di Barotto (25-21).

QUARTO SET. Pineto ha nove vite e lo dimostra per l’ennesima volta. Nel quarto set c’è tutto: la reazione di nervi, la voglia di rivalsa, le leadership di capitan Paris – tre punti a impreziosire una grande prestazione in cabina di regia – e il ritorno sugli scudi di Frąc con ulteriori 10 punti. L’ABBA scappa subito via sul 7-3 con Di Silvestre. Altro allungo col mani out di Loglisci (9-6), seguito da due squilli di Kruno Nikacevic (12-7) e dalla palla messa a terra da Frąc per il massimo vantaggio (13-7). Porto Viro torna in partita con Barotto (4) e soprattutto con Zamagni (3), tra i più incisivi nell’attacco veneto. Il set diventa una guerra di nervi. Il gigante polacco Mateusz Frąc mette la firma sul 20-18, sul 21-18, poi ancora sul 22-19. Muro di Sette su Nikacevic per riaprire i giochi (23-22). Ma Porto Viro non ha ancora fatto i conti con Matteo Paris: secondo tocco pregevole del capitano biancoazzurro per il 24-22 che infiamma il Pala Santa Maria. Serve una sassata decisiva: è quella di Mateusz Frąc che fa 25-23.

TIE-BREAK. Il quinto set è tutto appannaggio dell’ABBA Pineto. Inizio sprint col 3-0 di Loglisci. Ulteriore allungo col 5-1 su ace di Frąc. Porto Viro rientra approfittando di due errori dell’ABBA (5-4), dai quali i biancoazzurri escono dopo il time-out di coach Tomasello. Servono nervi saldi: Pineto ne ha da vendere. Ace di Paolo Di Silvestre, immenso per qualità della prestazione. Suo il 10-7. Porto Viro si riavvicina in un paio di frangenti (10-8, 11-9) ma non va oltre. Mani out di Nikacevic per il 14-10. L’ultima palla di Barotto si spegne fuori. Può esplodere la festa: per l’ABBA Pineto è la quarta vittoria stagionale.

Paolo Di Silvestre a fine gara: “Questa squadra ha grande carattere. Lo avevamo già dimostrato nelle precedenti giornate e oggi, ancora una volta, abbiamo evidenziato le qualità, sia tecniche che caratteriali, di questo gruppo. Sotto 2-1 siamo stati bravi a non uscire dalla partita, a riprenderla e poi a farla nostra al tie-break. Grande prova di tutta la squadra. Poi, vincere con un pubblico del genere è sempre qualcosa di speciale e incredibile. Questo inizio di campionato? Più che positivo. Siamo contenti”.

Domenica prossima altro turno casalingo: al Pala Santa Maria arriva Pordenone (ore 16:00).

Serie A2 Credem Banca (7^ giornata) domenica 19 novembre | h 18:00
ABBA PINETO – DELTA GROUP PORTO VIRO 3-2 (25-19, 21-25, 21-25, 25-23, 15-11)
ABBA Pineto: Mignano, Pesare, Sorgente (pos 74% prf 32%), Jeroncic 5, Chavers, Frąc 27, Basso 2, Di Silvestre 17, Paris 3, Nikacevic 16, Loglisci 14 Msatfi, Marolla, Benavidez. All: Giacomo Tomasello
Delta Group Porto Viro: Zamagni 16, Zorzi, Tiozzo 17, Ferreira Silva, Sette 20, Lamprecht, Barone, Barotto 20, Garnica 3, Bellei, Charalampidis, Sperandio 4, Morgese (pos 62% prf 31%),, Eccher. All: Daniele Morato

Related posts

Eccellenza, Spoltore – Castelnuovo 1-2

redazione

Futsal Pescara 1997: poker di vittorie e terzo posto

redazione

Motocross: il pilota del Virtus Racing Team Loris Rasetta sul podio nella prima prova del Campionato MotoAsi

redazione

Leave a Comment