Sport

La Lnd Abruzzo in campo per contrastare la violenza contro le donne

Ogni 3 giorni in Italia una donna viene uccisa, vittime di femminicidi, vittime troppo spesso di mani familiari. La violenza sulle donne è un fenomeno dilagante che va contrastato e fermato attraverso sensibilizzazione e impegno concreto.

Anche quest’anno, in occasione della Giornata Internazionale per l’Eliminazione della violenza sulle donne, la Lnd Abruzzo invita tutte le società sabato e domenica prossimi, 25 e 26 novembre, in occasione del prossimo turno di campionato, ad un approccio pro attivo e a sposare la campagna di sensibilizzazione della Lega Nazionale Dilettanti.

Le calciatrici e i calciatori sono invitati a scendere in campo con il segno rosso sul viso. In tribuna, o sugli spalti, le società potranno colorare o esporre un seggiolino rosso. E prima della partita, le squadre sono invitate a leggere un messaggio al momento dell’allineamento in campo. Un impegno comune per dire “Basta violenza”.

La campagna “Basta Violenza” è a sostegno del ‘1522’, il numero antiviolenza attivato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per le Pari Opportunità, a cui tutte le donne possono rivolgersi per denunciare le violenze subite.

Questo il messaggio che verrà letto sui campi prima del fischio d’inizio delle partite: “In questa Giornata internazionale dedicata alla lotta contro la violenza sulle donne, ci ritroviamo sui campi, non solo per giocare, ma per combattere un avversario che non trova posto in questo sport: la violenza di genere. Oggi i fischi dell’arbitro non segneranno soltanto dall’inizio alla fine la partita, ma saranno il simbolo di un impegno che va oltre i novanta minuti di gara per sconfiggere la violenza e lo stalking.

Ogni tiro in porta rappresenterà la spinta a fare gol per vincere la partita più importante, quella della difesa dei diritti di tutte le donne. Ogni azione di gioco sarà un impegno sociale nel rispetto delle regole contro ogni forma di abuso.

La mission del gioco del calcio risiede nell’educazione delle giovani generazioni che devono respingere ogni forma di pregiudizio e bisognerà scendere in campo per giocare e connettere i cuori e le menti alle regole del gioco che non prevedono violenza. La Lega Nazionale Dilettanti sostiene il servizio pubblico gratuito – il 1522, attivo 24 h su 24 – che accoglie con operatrici specializzate le richieste di aiuto a sostegno delle donne vittime di violenza e stalking. Ogni passo che facciamo qui è un passo verso un futuro in cui nessuna donna debba camminare da sola nella paura”.

Related posts

Giotti Victoria-Savini Due, si ricomincia: ecco i dodici nomi degli atleti del roster 2022

redazione

Il Museo del Calcio di Coverciano per Euro 2020: aperto 7 giorni su 7 anche a luglio

redazione

L’Acqua&Sapone Unigross alza il muro in difesa. Arriva Rafinha: “Un onore vestire questa maglia”

redazione

Lascia un Commento

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. OK Continua a leggere

Privacy & Cookies Policy