Cronaca

Pescara, Pineta dannunziana: via ai lavori di abbattimento e rimozione degli alberi morti

Gli effetti dell’incendio del 2021 non hanno impedito che oggi vi siano diversi germogli

Pescara. Entro cinque mesi sarà completato l’intervento di abbattimento e rimozione degli alberi morti nell’incendio dell’agosto 2021 presenti all’interno dei comparti 5, 4 e 3 della Pineta dannunziana di Pescara. Lo hanno reso noto questa mattina il sindaco Carlo Masci, l’assessore al Verde e ai Parchi Gianni Santilli e i responsabili del cantiere che da ieri ha iniziato le attività dal comparto 5, quindi nell’area posta alla confluenza tra via Strada della Bonifica e il nuovo tracciato di Via Pantini che a breve sarà infatti inaugurato.

<Come potete immaginare – ha detto Santilli – questo intervento è propedeutico all’inaugurazione di Via Pantini e quindi a tutta l’attività che seguirà per procedere all’accorpamento della pineta. In questa fase gli addetti dell’impresa incaricata lavoreranno all’interno dove, come potete vedere, è stato creato un percorso che sarà utilizzato dagli operai per evitare che durante i lavori possano essere danneggiati i germogli e le piantine che sono rinati. Una cosa è certa, oggi possiamo parlare di vera rinascita della Pineta, un progetto sul quale abbiamo molto puntato per offrire ai pescaresi un’area verde più estesa e di grande pregio naturalistico che credo, in particolare in centri urbani, abbia pochi esempi in Italia>.

<Oggi puliamo la pineta iniziando dal comparto 5, cui seguirà il comparto 4 della pineta – ha dichiarato il sindaco Carlo Masci – Per questo abbiamo dovuto aspettare due anni perché questo è stato il tempo necessario a far sì che si concludesse il processo di inseminazione naturale che gli stessi pini hanno determinato. Continueremo a valutare quante piante si sono originate in questa fase e proseguiremo eventualmente con la messa a dimora di nuovi esemplari autoctoni che siano geneticamente dello stesso tipo di quelli che c’erano prima dell’incendio. Saranno i nostri esperti a seguire passo-passo questa attività e questo ci garantisce che la pineta risorgerà come volevano tutti i pescaresi>.
L’importo dei lavori di questo primo intervento, che come si anticipava riguarderà inizialmente i prospicienti comparti 5 e 4 (prima di passare al 3 con un successivo affidamento), è di circa 134mila euro. E’ prevista anche la sostituzione dell’attuale recinzione, si sta infatti definendo la procedura per affidare le opere, danneggiata o gravemente ammalorata proprio a causa del rogo di più di due anni fa.
Tutta l’area dove oggi passano le macchine su Strada della Bonifica sarà come è noto inclusa nel futuro nuovo perimetro della riserva, recuperando un’area verde di circa 20mila metri quadrati. <Per noi il potenziamento del verde – ha continuato il primo cittadino – assume un ruolo fondamentale per la sostenibilità ambientale, per la lotta all’inquinamento e per la vivibilità dello spazio urbano>.

Nella circostanza è stato chiarito che una volta completata la rimozione degli alberi morti posti sul lato retrostante rispetto a Strada della Bonifica, si procederà all’apertura di via Pantini completando la cosiddetta strada Pendolo dopo 40 anni. A gennaio partirà invece il cantiere per l’abbattimento dello svincolo a trombetta ma, è stato specificato, l’obiettivo è far sì che questo non crei in alcun modo disagi alla viabilità stante anche la problematica della chiusura della galleria sulla variante.
Alla conferenza stampa di questa mattina hanno partecipato Francesco Cellini, responsabile della sicurezza del cantiere, il responsabile unico del procedimento Elvio Di Paolo e Giuseppe Farina, direttore dei lavori.

Related posts

Pescara, dopo il ripristino inaugurata l’opera di strada dedicata a Willy Monteiro Duarte

redazione

Moria di cozze nella Costa dei Trabocchi: dramma per operatori

redazione

Montesilvano, rubati 150 gratta e vinci in un bar: i Carabinieri rintracciano

redazione

Lascia un Commento

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. OK Continua a leggere

Privacy & Cookies Policy