Cultura e eventi

Mister Zuccatini analizza il momento del Doogle

Bucchianico. Tre punti in classifica, una sola vittoria e quattro sconfitte consecutive: questo il bilancio delle prime cinque giornate di campionato per il Doogle. I numeri non giocano certo a favore della squadra di mister Zuccarini, ma in realtà celano una situazione che non è poi così negativa come si potrebbe pensare.

Il Doogle ha mostrato di poter tenere testa anche ad avversari più forti sulla carta, quali il Lanciano che è da quasi tutti ritenuto il maggiore favorito alla vittoria finale o il Ripa Teatina. L’aspetto più positivo è venuto dal gioco messo in mostra dalla squadra che è apparso ben architettato e a volte irresistibile in molti frangenti dei match disputati finora. Il negativo viene invece dall’atteggiamento degli ultimi minuti di gara nei quali spesso il Doogle ha sofferto e preso gol poi decisivi per l’esito finale.

Ne è consapevole mister Gabriele Zuccarini che parte nella sua analisi del momento della squadra proprio da questi due aspetti contrastanti fra loro: “Abbiamo soli tre punti in classifica, non siamo riusciti finora a capitalizzare quanto prodotto in campo, avremmo forse meritato di più. Ho a disposizione un gruppo ristretto di ragazzi, forse però con qualche elemento in più potremmo fare meglio. Abbiamo disputato delle buone partite che però non siamo riusciti a gestire fino al termine: giochiamo per 40-45 minuti bene, poi subiamo nel tempo rimanente il cinismo degli avversari che finalizzano al meglio le occasioni che si presentano loro e portano a casa punti. Noi giochiamo bene poi però non otteniamo il risultato proprio per questi minuti finali di calo”.

Rispetto alla rosa messa insieme in estate, sono venuti a mancare in corsa alcuni elementi o per infortunio o per altri motivi e questo ha creato scompiglio nel Doogle, ridotto ad avere pochi giocatori a disposizione nelle prime giornate nelle quali comunque sono state affrontate alcune fra le squadre più forti del campionato, come precisa mister Zuccarini:

“Abbiamo perso già dalle prime gare della stagione dei giocatori importanti o per infortunio o per altri problemi, alcune partite sono state giocate con una panchina cortissima. Adesso per fortuna qualcuno di loro ha superato le problematiche avute, ma su una squadra composta inizialmente da tredici giocatori di movimento già perderne due ci ha creato grane non da poco. È capitato di dover far fronte ad assenze anche durante gli allenamenti che spesso sono stati condotti in condizioni non ottimali. Auspico di riuscire ad integrare la rosa con almeno due o tre elementi validi che ci possano dare una tranquillità maggiore per la gestione della partita il sabato e sia soprattutto per fare dei buoni allenamenti con la giusta intensità. La condizione atletica dei miei ragazzi è buona, ma con questi alti ritmi di gioco ci può stare qualche calo di concentrazione durante le partite”.

Mister Zuccarini sulle quattro sconfitte consecutive ha le idee chiare: “La cosa mi preoccupa solo dal punto di vista della classifica perché ci siamo un po’ attardati, però faccio due considerazioni. La prima, che ho già espresso, è quella di un momento che ci ha visto perdere per strada diversi giocatori nelle prime giornate che ora stanno rientrando e dunque per me è normale aver vinto alla prima con tutti a disposizione e aver avuto delle difficoltà poi nelle successive uscite. La seconda è che abbiamo incontrato squadre che, almeno sulla carta, ambiscono ad essere protagoniste nella parte alta della classifica. Affronteremo ora degli avversari che hanno più o meno gli stessi nostri punti dunque saranno queste le partite decisive per capire cosa potremo fare in campionato. Sono fiducioso, però si deve subito ripartire trovando subito punti importanti che ci diano morale: il nostro obiettivo rimane comunque la salvezza, ma vogliamo ottenerla magari con il miglior piazzamento possibile. Spero che già dai prossimi match riusciremo a risalire la china per disputare il resto del girone d’andata e poi quello di ritorno con maggiore tranquillità. Infortuni ed assenze permettendo sono ancora convinto che potremo toglierci delle soddisfazioni ottenendo più di quanto avuto finora”.

Sabato a Bucchianico arriva il River Chieti 65, già battuto in Coppa, ma è chiaro che ora le cose saranno ben diverse da quel severo 7-0 inflitto ai prossimi avversari sul loro campo in quella che fu una gran bella prestazione per tutta la squadra. “Sarà tutta un’altra storia. Affronteremo una squadra in buono stato di salute – conclude mister Zuccarini – sarà una partita completamente diversa da quella per una serie di fattori. Penso che quella fu interpretata male da loro e molto bene da noi. Adesso noi usciamo da una situazione di assenze prolungate di alcuni giocatori per cui veniamo da un momento più sfavorevole rispetto ad allora. Anche dal punto di vista psicologico loro stanno meglio di noi: viaggiano in una posizione di classifica migliore della nostra e vengono da alcune vittorie, noi invece abbiamo necessità di fare punti dunque viviamo la pressione addosso visto che arriviamo da quattro sconfitte consecutive. Voglio però dare un messaggio alla squadra: affrontiamo la partita con serenità senza troppi affanni. Allo stesso modo non dobbiamo ricordarci il match precedente contro di loro: andremo ad affrontare tutta un’altra squadra, come ho detto: ogni partita inizia al fischio dell’arbitro e si deve giocare fino alla fine con la giusta carica e determinazione”.

 

Related posts

L’incontro Fossacesia – Lanciano 1920 non si giocherà al Vincenzino Granata per motivi di pubblica sicurezza

admin

Fossacesia, 18 telecamere saranno posizionate per la sicurezza dei cittadini

admin

Pescara, Comitato Abruzzese del Paesaggio su demolizione Borgo Marino Nord

admin

Lascia un Commento

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. OK Continua a leggere

Privacy & Cookies Policy