Cultura e eventi

Jacopo Sipari dirige il leggendario violinista Ilya Grubert in Romania

“E’ sicuramente una di quelle cose che ricorderò per sempre per tutta la mia vita. Avere il privilegio di lavorare con uno dei più grandi violinisti di ogni tempo, come il Maestro Grubert, è un’esperienza umana e musicale senza eguali.”

Così Jacopo Sipari, direttore d’orchestra aquilano alla vigilia del grande concerto in programma con la Filarmonica di Brasov di Romania nell’eccezionale concerto di apertura di Ottobre.

Ilya Chaimovitsy Grubert (Riga, 13 maggio 1954) è un violinista lettone. Vive nei Paesi Bassi, dove insegna al conservatorio di Amsterdam. Nato a Riga, studia violino nella Scuola di Musica E. Darzin della sua città. Riconosciute le sue grandi abilità virtuosistiche, vince un concorso a 14 anni e inizia a studiare con grandi insegnanti russi quali Yuri Lankelevich e Zinaida Gilels. Successivamente si perfeziona con Leonid Kogan al Conservatorio di Mosca. Grubert ottiene il suo primo successo internazionale al Concorso internazionale di violino Jean Sibelius di Helsinki nel 1975. Inoltre ha vinto il primo premio in importantissimi concorsi come il Premio Paganini di Genova e il Čajkovskij di Mosca.

Da quel momento ha inizio la sua brillante carriera concertistica, esibendosi da solista nei più grandi teatri europei quali l’Orchestra filarmonica di Mosca, l’Orchestra filarmonica di San Pietroburgo, l’Orchestra nazionale russa, la Filarmonica di Amsterdam e la Filarmonica di Helsinki.

Inoltre ha collaborato con importanti direttori d’orchestra come Guennady Rozdestavnsky, Maxim Shostakovic e Yoel Levi. Suona un violino Pietro II Guarneri del 1740.

Fondata nel 1878, l’Orchestra Filarmonica di Brasov è la più antica di Romania e una delle più importanti orchestre dell’Europa dell’Est. Diretta da musicisti leggendari come Joseph Joachim e Johannes Brahms, Richard Strauss, Felix von Weingartner, George Enescu ed Edwin Fischer si è affermata rapidamente nel panorama internazionale. Con oltre 88 elementi costituisce una importante realtà della musica mondiale che ospita abitualmente grandi interpreti con un repertorio vastissimo.

Il programma del concerto, in programma Giovedì 3 Ottobre alle ore 19.00 prevede l’esecuzione di Intermezzo da Manon Lescaut di Giacomo Puccini, il Concerto n. 1 di Bruch per violino e orchestra in sol minore e la spettacolare Sinfonia n. 5 in mi minore di Tchaikovsky.

Il giovane direttore Sipari sarà poi da Domenica 6 Ottobre impegnato nella grande produzione di Carmen di Bizet per Opera in Puglia per la regia di Giandomenico Vaccari e tornerà in Abruzzo per dirigere il Requiem di Mozart per le vittime del terremoto dell’Aquila (D’Annunzio, Chiuri, Ganci, Gazale) in programma con Istituzione Sinfonica Abruzzese il 1 Dicembre nella Basilica di San Silvestro all’Aquila unitamente alla Fantasia Corale di Beethoven con la straordinaria partecipazione di Michele Campanella e quindi Rigoletto di Verdi sempre con ISA al Teatro Marrucino di Chieti il 13 e 15 Dicembre.

Related posts

Week-end di sensibilizzazione e informazione Donazione….”Parlane OGGI”

admin

Aterno – Manthoné, prima scuola in assoluto a dialogare con il presidente della Corte costituzionale

redazione

Francavilla, grande successo al XX Premio Mumi con Eleonora Giorgi

redazione

Lascia un Commento

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. OK Continua a leggere

Privacy & Cookies Policy