Politica

Online sul sito del Comune di Ortona i bandi del fondo di solidarietà per nuclei familiari e lavoratori in situazione di crisi economica e occupazionale

Ortona. Pubblicati online sul sito del Comune di Ortona i bandi e i modelli di domanda relativi al Fondo di Solidarietà comunale destinati ai nuclei familiari e ai lavoratori in crisi economica e occupazionale. La domanda di contributo potrà essere compilata in due modalità. La prima scaricando la modulistica sul sito Istituzionale del Comune di Ortona, redatta in carta semplice, sottoscritta sotto forma di autocertificazione ai sensi del DPR 445/2000 e inviata all’Ufficio Protocollo del Comune, direttamente o tramite posta certificata all’indirizzo protocollo@pec.comuneortona.ch.it

La seconda direttamente dal sito dell’Ente nella sezione istanze online e all’indirizzo https://www.comuneortona.ch.it/portal/servizi/moduli/pre_auth, autenticandosi tramite SPID

I termini di presentazione delle domande partono da oggi, lunedì 12 luglio a mercoledì 11 agosto.

Gli aiuti economici previsti nel regolamento sono destinati a persone e nuclei familiari residenti nel territorio comunale in cui uno o più componenti risulti almeno da sei mesi disoccupato per licenziamento o mancato rinnovo o come lavoratori autonomi abbia cessato o sospeso l’attività. Inoltre gli interventi sono previsti anche nel caso di una riduzione sostanziale del proprio reddito familiare che ha determinato una grave situazione di disagio socio-economico. Tra i requisiti d’accesso è necessario il possesso di un Isee non superiore a 12mila euro nelle situazioni legate alla perdita di lavoro e un Isee non superiore a 9.360 euro per le difficoltà legate alla riduzione del reddito familiare, non essere proprietario o comproprietario di altri beni immobili, ad eccezione della casa destinata ad abitazione principale, non avere una situazione debitoria nei confronti del Comune per la quale non sia stato già concordato un piano di rientro. I contributi erogati sono finalizzati a spese effettivamente sostenute e documentabili legate a spese relative all’abitazione principale come affitto e mutuo, le spese per la frequenza dei figli alle scuole e alle università e spese sanitarie. I soggetti individuati beneficeranno dei contributi previsti sino al concorso delle risorse disponibili e comunque nella misura massima del 60% per ogni richiesta.

«Con la pubblicazione dei bandi e della modulistica – commenta il Sindaco Leo Castiglione – il Fondo di Solidarietà approvato in Consiglio Comunale lo scorso maggio diventa accessibile a tutti i cittadini che ne faranno richiesta. Un fondo di 200mila euro finanziato con risorse proprie del bilancio comunale che ha l’obiettivo di dare una risposta concreta alle esigenze di quelle famiglie e di quelle lavoratrici e lavoratori che versano in situazione di crisi economica legate alla pandemia e non solo».

Related posts

Zes, Febbo: “Regione e Ministero costantemente in contatto per arrivare alla stesura definitiva”

redazione

Le spese di Tua arrivano in Consiglio Regionale grazie ad un’interpellanza di Domenico Pettinari

redazione

Europei di Pallavolo, Di Matteo (Lega): “La generosità di Lanciano non è passata inosservata”

redazione

Lascia un Commento

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. OK Continua a leggere

Privacy & Cookies Policy