Sport

Il Delfino Curi Pescara: i 2006 di Schiazza guardano al futuro

Pescara. Nel girone C del campionato regionale Under 17 c’è anche un derby per la famiglia Curi. I 2006 sotto età della Asd Curi di Stefano Schiazza sfidano nello stesso gruppo i cuginetti del Delfino Curi Pescara. Un gruppo costruito con lo sguardo rivolto al futuro e senza la fretta di badare, almeno per ora, alla classifica. Nelle prime giornate, i ragazzi di Schiazza hanno collezionato altrettante sconfitte: una nel derby, l’ultima contro la Fater Angelini. Domenica prossima si torna in campo, in casa contro il Silvi, ma il tecnico pensa al lavoro quotidiano sul campo che porterà, questo è certo, i suoi ragazzi ai livelli degli avversari nati tutti o quasi nel 2005. L’obiettivo finale, manco a dirlo, è formare giocatori che possano conquistare un posto in prima squadra nelle prossime stagioni.
“Incontriamo squadre che hanno ragazzi già formati fisicamente, il divario di età c’è, ma cerchiamo di compensare con altri aspetti, prima di tutto quello tecnico – ha detto Stefano Schiazza – . I ragazzi mi danno massima disponibilità, i problemi ci sono e le mie idee, di praticare un calcio non speculativo, rendono tutto complicato. Per me, però, a livello giovanile bisogna lavorare per migliorare, giocare palla a terra, rischiare anche di commettere errori, che sono la base per crescere giorno dopo giorno. Sarebbe più facile dire al nostro ragazzo più forte di lanciare la palla al compagno più veloce. Io propongo una cosa difficile, che ha bisogno di tempo, ma penso che sia l’unico insegnamento che posso lasciare loro per il futuro”.
Quali sono i principi fondamentali che trasmette ai suoi ragazzi? “Chiedo di essere protagonisti, e per esserlo bisogna avere la palla. E quando non ce l’abbiamo noi, dobbiamo fare di tutto per recuperarla. Se ce l’abbiamo noi, siamo padroni della partita. Il calcio è un caos, l’unico modo per domarlo e avere il possesso della palla”.
Il lavoro è rivolto alla sbocco verso la prima squadra? “I miei ragazzi vengono dalla Delfino Flacco, sono un nucleo storico che viene dalla vecchia società che sa fin dagli inizi di dover lavorare con l’obiettivo di arrivare in prima squadra. In questo mio gruppo vedo diversi ragazzi che potranno arrivare a giocare in prima squadra, spero di non sbagliarmi”.
Cinque ko in altrettante gare, come si motivano i giocatori? “Finora abbiamo perso sempre, ma i miglioramenti sono tangibili, li vedo partita dopo partita. E’ dura a livello psicologico ripartire dopo le sconfitte, ma gli avversari ci fanno i complimenti e questo può dare la carica ai ragazzi per arrivare presto a sbloccarsi: sono giovani, hanno grande voglia e spero che presto possano invertire la tendenza”.
La rosa dell’Under 17 Asd Curi:
Portieri: Francesco Salone, Lorenzo Orta;

Difensori: Luca Piacentini, Fabio Fontana, Giuliano Ballerini, Mattia Mennilli, Edoardo D’Andrea, Samel Baldacci;

Centrocampisti: Francesco Cialini, Samuele Contessa, Cristian D’Incecco, Matteo Fiore, Filippo Iervese, Leonardo Peca, Andrea Ruffilli, Marcello Perfetto, Edoardo Venditti, Diego Brito;

Attaccanti: Francesco Sciortino, Alessandro Di Gregorio.

Allenatore: Stefano Schiazza; assistente tecnico: Matteo Di Stefano; preparatore atletico: Roberto Sara.

Related posts

Memorial Giuseppe Fantini – Mario Di Toro, ciclismo giovanile protagonista a Contrada Serre di Lanciano

redazione

Aspettando i playoff, Magic ancora una vittoria

redazione

Colormax Pescara – Petrarca Calcio a 5 5-2, quarto risultato utile per la squadra di mister Palusci

redazione

Lascia un Commento

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. OK Continua a leggere

Privacy & Cookies Policy