Cultura e eventi

Vacanze senza barriere: un’esperienza di successo nel litorale pontino

I pacchetti vacanza per persone con disabilità finanziati dalla Regione Lazio si sono rivelati una risorsa vincente per il territorio. L’associazione di promozione sociale “Il Tulipano Bianco” sceglie il “Centro Ferie Salvatore” a San Felice Circeo come location d’eccellenza per i soggiorni estivi ed autunnali e racconta la sua esperienza

Roma. Si è concluso da pochi giorni l’ultimo soggiorno autunnale per persone con disabilità realizzato da “Il Tulipano Bianco Aps”. Dall’esperienza, di cui hanno beneficiato dodici ragazzi seguiti da altrettanti tutor, è nata una proficua collaborazione con l’“Associazione DAIE”. I soggiorni estivi e autunnali sono stati resi possibili grazie ai consistenti finanziamenti messi in campo dalla Regione Lazio nel quadro della Sovvenzione Globale eFamily, dedicata alle famiglie e alle persone non autosufficienti. Ogni partecipante ha potuto beneficiare di un soggiorno gratuito con pensione completa, di un operatore a propria disposizione e delle innumerevoli esperienze indoor e outdoor proposte dagli organizzatori. Tra queste, particolarmente apprezzate sono state le giornate in riva al mare, le passeggiate nel centro urbano e le escursioni nel Parco Nazionale del Circeo. Durante il soggiorno autunnale, per far fronte al maltempo, gli operatori hanno proposto attività alternative come la preparazione di pasta e pizza, consumati la sera stessa. Sono stati momenti di aggregazione e di socializzazione importanti che hanno giocato un ruolo fondamentale nel raggiungimento dell’obiettivo del soggiorno, ovvero l’incremento dell’autostima grazie al lavoro sulle autonomie personali e di gruppo.

“Il progetto eFamily è nato dall’esigenza di far fronte alla crisi sociale ed economica derivante dalla pandemia. Una crisi che ha messo a dura prova tutti, in particolare le categorie più fragili, di cui ci occupiamo da quando siamo nati come associazione nel 2012”, dichiara il presidente de “Il Tulipano Bianco Aps”, Francesco Giordani. “Ci rallegra sapere che abbiamo contribuito al benessere non solo dei ragazzi e delle ragazze partecipanti, ma anche a quello delle loro famiglie, le quali chiedono da tempo attività gratuite di questo genere. Apprezziamo il fatto che la Regione Lazio abbia rinnovato per la seconda volta i pacchetti eFamily e ci auguriamo che questi finanziamenti continuino nel tempo”, conclude il presidente dell’associazione romana.

Come location del soggiorno è stato individuato il “Centro Ferie Salvatore” a San Felice Circeo, punto di riferimento nel litorale laziale per l’accoglienza di persone con disabilità. “Nel nostro centro non esistono barriere né fisiche né sociali. Abbiamo progettato il nostro centro in modo che sia accessibile in ogni suo angolo, spiaggia compresa”, ci racconta la titolare della struttura, Sabina Avagliano. Finora, grazie al progetto eFamily, hanno soggiornato nel centro più di venti gruppi di persone con disabilità, un’affluenza che è stata di grande aiuto non solo per colmare la normale diminuzione di turisti nei mesi autunnali ed invernali, ma anche per far fronte al brusco calo di turisti stranieri causato dalla pandemia.

Related posts

Back to the Swing in concerto allo Stammtisch Tavern di Chieti Scalo

redazione

Pescara, al Colonna il 6 settembre il convegno “La scuola cancellata?”

admin

Fondi Arta. Mazzocca: “Doverosi chiarimenti di merito e precisazioni”

admin

Lascia un Commento

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. OK Continua a leggere

Privacy & Cookies Policy