Politica

Cordisco (Pd Abruzzo) a mondo economico e del lavoro: “Collaboriamo per una regione migliore”

L’Aquila. Gianni Cordisco, appena nominato responsabile economia e infrastrutture del Partito Democratico abruzzese dal segretario Daniele Marinelli, invia una lettera aperta al mondo economico e del lavoro e alle associazioni e i sindacati che lo rappresentano: “Vogliamo applicare spirito di apertura, ascolto, interazione, partecipazione, elaborazione diffusa con le forze sociali e con gli abruzzesi che a qualsiasi titolo siano economia regionale. Partiremo dalle famiglie, primario nucleo dell’economia e della nostra società, dalla scuola e dai luoghi di lavoro e di produzione. Condivideremo le nostre riflessioni con le regioni contigue: Molise, Lazio, Marche. Ci muoveremo dove la politica ha bisogno di fotografare le situazioni di crescita e di difficoltà, nei tavoli di costruzione e nei piazzali della lotta. Lo faremo per capire e trasformare in azione amministrativa e politica la presenza del PD. Non useremo spazi di serietà per far fotografare la politica. Con gli eletti del PD dal livello comunale, provinciale, regionale, nazionale, europeo e con la coalizione lavoreremo al vostro fianco. Il senso di questa lettera è condividere un cammino aperto alla denuncia e alla proposta per l’economia abruzzese, evidentemente abbandonata dal centrodestra regionale e nazionale. La destra non parla mai di lavoro, se non per pubblicizzare se stessa o raccontare una regione che non conosce. Dobbiamo occuparci delle transizioni, delle crisi, delle opere strategiche del Masterplan del centrosinistra congelate come le opere PNNR, denatalità, sicurezza lavorativa e sul lavoro, ricostruzione, accesso al credito delle micro imprese e delle Pmi, della formazione, della sostenibilità in senso lato, della formazione, dell’inflazione e del potere di acquisto, della ricerca e dello sviluppo, dell’energia del domani e della viabilità e dei trasporti. Ci auguriamo di aver comunicato con profondità la volontà di collaborare per costruire l’Abruzzo amico delle imprese, delle famiglie, della natura. In sintesi dell’economia e del futuro. Le elezioni regionali saranno un fondamentale appuntamento per dire no alle politiche della destra. A partire da qui un cammino per l’Abruzzo che ciascuno merita”.

Related posts

Pescara, appuntamento per “Tutti a Teatro!” all’Auditorium Flaiano

admin

“Sventato il rischio di cave trasformate grazie agli emendamenti del M5S”

redazione

Sir di Chieti Scalo, interpellanza di Paolucci

redazione

Lascia un Commento

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. OK Continua a leggere

Privacy & Cookies Policy