Sport

Presentata la 25esima edizione della Corsa di San Martino

Pescara. Che sia una delle corse più belle d’Italia, ormai è risaputo. Qualità, quantità, longevità, divertimento, insomma la “Corsa di San Martino” rappresenta un po’ tutto questo.

Così come rappresenta un intero comprensorio che si compatta e lavora insieme con l’obiettivo di rendere unica una corsa podistica diversa dalle altre.

Torna domenica 12 novembre a Controguerra (Te), la Corsa di San Martino. E insieme alla gara podistica vera e propria di 14.9 km, anche la passeggiata non competitiva di 5 e 8 km denominata “Mangialonga Run”, caratterizzata dai suoi ricchi ristori con cucina prelibata del luogo e un paesaggio bellissimo totalmente immerso nella natura.

E poi le tante iniziative collaterali che si aggiungono alla parte corsaiola, perché poi la Corsa di San Martino è anche turismo sportivo con i suoi tradizionali pacchetti che portano in Abruzzo appassionati da tutta Italia; è anche raduno nazionale di camperisti runners; è anche enogastronomia.

Quindi, l’evento parte già dai giorni precedenti l’appuntamento della domenica ed è una festa vera e propria.

I numeri? Come sempre circa 3mila partecipanti tra tutte le prove, ma questi dati fanno ancora più sensazione se si pensa che Controguerra è un paese che conta poco più di 2mila abitanti!!!

Ne hanno parlato in conferenza stampa stamattina nella sede della Regione Abruzzo a Pescara, gli organizzatori del gruppo podistico Avis Val Vibrata Raffaele Traini e Alberto Pompilii, il sindaco di Controguerra Franco Carletta, il direttore di GAL (Gruppo Azione Locale) Terre Verdi Teramane, Rosalia Montefusco, e il sottosegretario alla presidenza della giunta regionale Umberto D’Annuntiis.

A livello agonistico, sono attesi come ogni anno molti “top runners”, africani (i favoriti) e non solo.

Per citarne alcuni: il burundiano Leonce Bukuru (vincitore 2022), il keniano Mwikya Patrick Mutunga, Stefano Massimi (terzo nel 2019), Italo Giancaterina, Pasquale Rutigliano. Tra le donne, invece, la vincitrice dell’edizione 2019 Cavaline Naymana (Burundi), Angelique Niyonemera (Kenia), Paola Salvatori (terza nel 2022, seconda nel 2019).

Related posts

Sirente Bike Marathon: confermata la formula di partecipazione lui&lei per il secondo anno di fila

redazione

Sport, Comitato 4.0: “Settore in crisi, servono interventi strutturali del Governo”

redazione

Il Delfino Curi Pescara: l’Under 15 di Norscia balza in testa alla classifica

redazione

Lascia un Commento

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. OK Continua a leggere

Privacy & Cookies Policy