Cultura e eventi

La sassofonista statunitense Tia Fuller si esibisce in quartetto nel concerto conclusivo della stagione 2024 del Kabala

Giovedì 18 aprile 2024, la formazione chiuderà la rassegna al Caffé Letterario di Pescara, nella sala Favetta del Museo delle Genti d’Abruzzo

Pescara. Giovedì 18 aprile 2024, la stagione del Kabala si completa con una straordinaria interprete della scena jazz statunitense come Tia Fuller. La sassofonista inizia a Pescara il suo nuovo tour europeo, accompagnata dal trio formato da tre splendidi interpreti del jazz italiano come il pianista Roberto Tarenzi, il contrabbassista Luca Fattorini e il batterista Marco Valeri.

Diamond Cut è il titolo del suo disco più recente, pubblicato per la prestigiosa etichetta statunitense Mack Avenue Records. Tra le sue altre esperienze, Tia Fuller ha partecipato a “Soul”, il film prodotto nel 2020 dalla Pixar: la sassofonista ha registrato i brani interpretati da Dorothea Williams, personaggio del film ispirato proprio alla stessa Fuller.

Il concerto di Tia Fuller rappresenta la tappa conclusiva del percorso importante proposto nell’edizione 2024 dal Kabala con nomi di assoluto prestigio internazionale come, tra gli altri, Alan Clark, Marc Copland, Mark Sherman e, tra gli italiani, Quintorigo, Max Ionata, Maurizio Rolli e Flavio Boltro.

Il concerto si svolge al Caffè Letterario, nella sala Favetta del Museo delle Genti d’Abruzzo, in Via delle Caserme.

La stagione del Kabala conferma anche quest’anno la partnership con la Società del Teatro e della Musica “Luigi Barbara”, un’istituzione importante per la cultura del nostro territorio: una convergenza naturale per dare vita ad una stagione di assoluto livello.

Il costo del biglietto di ingresso al concerto è di €15 e può essere acquistato anticipatamente presso la sede della Società del Teatro e della Musica (Via Liguria 6, Pescara) oppure, il giorno del concerto, al Caffè Letterario.
Oltre al biglietto, sono possibili le formule combo con aperitivo/cena prenotando al numero 331 49 57 258.
Per ulteriori informazioni, si consiglia di visitare il sito kabalaclub.it

Tia Fuller unisce nel suo stile musicale brillantezza tecnica, creatività melodica e precisione esecutiva, frutto della sua formazione accademica e delle sue tante esperienze live.

Nata a Denver, in Colorado, la sassofonista si è laureata magna cum laude in Musica presso lo Spelman College di Atlanta, Georgia, e ha conseguito un master in Pedagogia e performance jazz presso l’Università del Colorado a Boulder. Già affermata come musicista jazz di spicco, Tia Fuller è stata selezionata per far parte della band tutta al femminile in tournée con Beyoncé. Con la star statunitense è apparsa in numerosi programmi televisivi di grande successo come Good Morning America e The Oprah Winfrey Show ed ha suonato per il Presidente Barack Obama alla Casa Bianca.

Tia Fuller ha debuttato nel 2005 con un disco autoprodotto, Pillar of Strength. Il suo secondo lavoro, Healing Space, è stato pubblicato nel 2007 per Mack Avenue e mette in risalto gli aspetti più melodici del suo suono. Il suo terzo disco, Decisive Steps, uscito sempre per l’etichetta Mack Avenue, è stato per due settimane consecutive al primo posto della classifica di JazzWeek, è arrivato terzo nella lista dei migliori CD jazz della rivista JET ed è stato nominato come miglior album jazz da JazzWeek. E nel 2012, ha pubblicato il suo quarto album, Angelic Warrior, che ha ricevuto elogi dal Wall Street Journal, dal New York Times e da numerose pubblicazioni jazz. Con il suo quartetto si è esibita in paesi e festival jazz in tutto il mondo. La sassofonista collabora con molti dei più importanti nomi del jazz attuale come, tra gli altri, Terri Lyne Carrington, Esperanza Spalding, Dianne Reeves e ha suonato nella Duke Ellington Orchestra, Jon Faddis Jazz Orchestra e con poi ancora con Chaka Khan, Jay-Z, Patti LaBelle, Dionne Warwick, Erykah Badu e con la magnifica Aretha Franklin.

La sassofonista inoltre ha preso parte attiva al dibattito sul Gender Gap con un articolo sul sessismo nel jazz per NBCNews.com, un articolo sull’Associated Press e interviste dal vivo in programmi importanti come Sister Circle di TV One.

Nel corso degli anni ha ricevuto premi importanti come la vittoria nel JazzTimes Jazz Critics Poll come miglior sassofonista contralto (2018) e nel Downbeat Critic’s Poll-Rising Star per due anni consecutivi nelle categorie Sax soprano nel 2014 e Sax contralto. Nel 2018, Tia Fuller è stata insignita del Benny Golson Award dalla Howard University, ha ricevuto il Distinguished Alumnae Award come relatore iniziale presso l’Università del Colorado a Boulder ed è stata nominata Artist-in-Residence 2018 al Monterey Jazz Festival a Monterey, California.

In qualità di professore al Berklee College of Music, Fuller condivide la sua esperienza con più di 70 studenti a settimana e dirige diversi organici composti dagli studenti della prestigiosa scuola, sia in progetti più vicini alla tradizione del jazz che in esperienze più contemporanee ed innovative.

Kabala 2024
Programma dei concerti

Giovedì 18 gennaio
Quintorigo Experience
Tributo a Jimi Hendrix

Giovedì 1 febbraio
Rolli-Di Benedetto Duo special guest Flavio Boltro

Giovedì 8 febbraio
Mr EB & The All Star Funk feat. Max Ionata

Giovedì 22 febbraio
Alan Clark
il leggendario pianista dei Dire Straits

Giovedì 7 marzo
Thick (of) Things feat. Daniel Bestonzo e Manuel Trabucco

Giovedì 14 marzo
Marc Copland Quartet

Giovedì 11 aprile
Mark Sherman Quartet

Giovedì 18 aprile
Tia Fuller Quartet

Related posts

Torre de’ Passeri si gemella con la cittadina portoghese di Manteigas

admin

Il rigore di Ligocki mette k.o. il Nereto! E’ 0-1 per Il Delfino Flacco Porto

admin

Ottimo esordio dell’Unibasket Amatori Pescara: palazzetto pieno e splendida vittoria

admin

Lascia un Commento

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. OK Continua a leggere

Privacy & Cookies Policy