Politica

Camillo D’Amico: “Noi non siamo mai stati contro l’azione della Procura della Repubblica sul Civeta”

Cupello. “Ho letto su alcuni siti e blog locali, il comunicato stampa di “Azione Civile Abruzzo” sulla notoria e triste vicenda del sequestro della terza vasca di servizio al consorzio CIVETA. Intanto, utile sarebbe, “firmarsi e metterci la faccia” quando si formulano comunicati stampa così da capire chi c’è dietro a rappresentare talune posizioni soprattutto quando sono emessi in risposta a posizioni pubbliche altrui”.
Si legge così in una nota di Camillo D’Amico, che prosegue: “Restando al merito del suddetto comunicato ci si accusa che “…da settimane puntano il dito sul sequestro e la procura, affermando anche dopo il recente incendio che deve interessarsi e muoversi, quasi a voler intendere che finora sia rimasto totalmente inerte e passiva sulle sorti di Valle Cena, ha mai chiesto interlocuzione e provvedimenti al custode giudiziario?….:”.
Ci dicono, inoltre, che dobbiamo e dovevamo interloquire con il “custode giudiziario” che è in capo al Vice Sindaco di Cupello che è Fernando Travaglini allo scopo di ottenere quanto noi insistentemente chiediamo.
Noi abbiamo prodotto atti amministrativi e non chiacchiere futili ed inutili.
Abbiamo chiesto ed ottenuto ben due consigli Comunali allo scopo senza le quali l’argomento non avrebbe mai trovato ospitalità nella deputata sede istituzionale se ciò fosse dipeso dalla maggioranza di centro – destra che governa la nostra comunità.
I Consigli Comunali si chiedono allegando alla richiesta una proposta di ordine del giorno.

L’ultimo, svolto lo scorso 5 Luglio, pur emendato nella forma ma fermo nella sostanza è stato approvato all’unanimità; io, Noi vogliamo parlare di atti amministrativi e non lasciare spazio all’infinito dibattito sul virtuale.
L’insegnamento, la formazione politica e culturale della “prima repubblica”, che mai rinnego, per me restano elementi pilota nella mia azione politica, amministrativa ed istituzionale
In sintesi vogliamo che la magistratura completi la sua rispettabile e doverosa indagine di merito e la chiuda al più presto ma chiediamo alla stessa di consentire la messa in sicurezza immediata della terza vasca sequestrata e, laddove possibile, di consentire il solo conferimento dei rifiuti del vastese che, stando alla lettura integrale ed attenta dei dispositivo del sequestro confrontato anche con dei legali di nostra fiducia, non siano tra quelli “incriminati”.
Tutto ciò nel rigoroso rispetto dell’ambiente e della salute pubblica, cui teniamo tantissimo e la primogenitura non intendiamo delegarla a nessuno, ma anche alla tutela dei livelli occupazionali e delle tasche dei cittadini che potranno trovarsi a sborsare gli onerosi costi aggiuntivi dovuti alla situazione di stallo che si è generata.
Tanto mi era dovuto quale capogruppo consiliare di “Insieme per Cupello” rimandando ad altra sede l’affronto di merito e l’approfondimento di tanti altri argomenti sulla vicenda e non solo”.

Related posts

Chieti, lavori all’ex Caserma Berardi: primo progetto in Italia di Cittadella della Pubblica Amministrazione

redazione

Elezioni Chieti, Andrea Di Ciano: “Così riqualificheremo via Sallustio con il Superbonus”

redazione

Latina: XIV Concorso provinciale “L’Olio delle Colline”

admin

Lascia un Commento

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. OK Continua a leggere

Privacy & Cookies Policy