Cultura e eventi

Cordoglio per la scomparsa dell’artista Gino Masciarelli

Milano. Il Centro Studi Milano ‘900 e l’Associazione La Stanza dell’Arte, attraverso i rispettivi portavoce, esprimono a nome di tutti i collaboratori e degli associati il cordoglio per l’improvvisa scomparsa del Maestro Gino Masciarelli avvenuta lo scorso 5 febbraio, unendosi al dolore dei suoi familiari. Ricordiamo come lo scultore abruzzese, trasferitosi poco più che ventenne a Milano, si sia distinto nel panorama artistico nazionale e internazionale, quale interprete di uno stile universalmente originale, derivante da una profonda riflessione sui primari dell’arte contemporanea, legando la propria iconografia a segni ancestrali e archetipici immediamente riconoscibili. Da sempre ha dedicato grande attenzione al mondo dell’infanzia e della Natura, oltre ad animare progetti e iniziative culturali quali il Premio Bagutta, storico riferimento della scena letteraria e culturale milanese e l’associazione In-flusso, rivolta a sostenere i talenti emergenti. Negli ultimi anni, ha profuso grande impegno nella creazione del proprio archivio personale, in collaborazione con studiosi e accademici, inteso quale laboratorio permanente di progetti partecipati, estesi al territorio e alla comunità.
Impostosi al grande pubblico per la celebre scultura “Omaggio al Calciatore”, simbolo dei Mondiali Italia 90, è altresì autore del premio Unesco, del premio per i mondiali di pattinaggio sul ghiaccio, e delle bandiere dei Giochi del Mediterraneo. Presente nelle collezioni vaticane e al Museo del Bozzetto di Pietrasanta (LU), ha donato il proprio corpus di sculture in gesso al Comune di Solaro, creando la più ampia gipsoteca dedicata a un artista contemporaneo, oggi ospitata nelle sale del Palazzo Borromeo della città.
Si menzionano, tra le ultime grandi mostre che hanno riguardato la più recente produzione dell’artista: “il Bestiario”, presso il Museo delle Regole di Cortina d’Ampezzo, e “Segni Ancestrali”, all’Aurum di Pescara.
Certi dell’incontro con la Bellezza, che per tutta la vita il Maestro Gino Masciarelli ha inseguito e condiviso attraverso la sua inesausta opera di ricerca, le nostre Associazioni, responsabili dell’archivio personale, intendono ottemperare all’impegno assunto e dar seguito con i prossimi progetti curatoriali a quella volontà di laboratorio permanente così fortemente sentita dall’artista.

Related posts

Sambuceto – Penne 0-2

admin

Ulteriore rinvio degli spettacoli di Giorgio Panariello al Teatro dei Marsi di Avezzano e al Teatro Massimo di Pescara

redazione

Gruppo di Azione Locale, Febbo: “24 milioni di euro bloccati da più di due anni per inerzia della Regione”

admin

Lascia un Commento

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. OK Continua a leggere

Privacy & Cookies Policy