Politica

Pescara, approvati in Consiglio Comunale sette ordini del giorno

Pescara. Il Consiglio comunale di Pescara è tornato a riunirsi questa mattina, dopo la sospensione intervenuta ieri, per l’esame di sette Ordini del giorno. Tra questi, sono stati approvati tre documenti proposti dal gruppo della Lega. In particolare l’aula ha licenziato favorevolmente il documento che invita il sindaco e la giunta comunale, riguardo alla questione degli impianti semaforici installati di recente e delle dotazioni (Autovelox e T-red) atte a limitare la velocità delle auto in città e a favorire il rispetto del Codice della Strada, <a provvedere all’installazione di cartelli stradali luminosi che emettano il messaggio “rallenta” e indichino la velocità del veicolo transitante, in concomitanza dei cartelli fissi aventi dicitura “controllo elettronico della velocità”, in entrambi in sensi di marcia>; nel contempo il testo votato invita il sindaco e l’Esecutivo <a dotare tutti gli incroci regolamentati da semafori, e in particolare quelli in cui sono stati installati i T-red e/o Autovelox, di semafori di nuova generazione con “Countdown”>. Sono stati approvati anche gli altri due ordini del giorno con i quali, rispettivamente, nel primo si invitano sindaco e giunta comunale a intervenire presso la Fondazione Paolo VI allo scopo di sensibilizzare quest’ultima perché riesamini la decisione della cessazione dell’attività del Centro Nazareth (casa di riposo per anziani sita in Piazza Garibaldi), <anche nell’interesse del mantenimento dei livelli occupazionali>: nel secondo si chiede <di poter concedere alle realtà locali a titolo gratuito o agevolato, compatibilmente con le esigenze istituzionali e di bilancio, gli spazi comunali che nell’arco del 2021 saranno richiesti per la realizzazione di iniziative culturali, e in particolare per quelle teatrali, musicali e artistiche>.
Durante i lavori del consiglio comunale odierno sono stati licenziati anche gli altri quattro testi presentati come ordini del giorno:
all’unanimità dei presenti è stato approvato l’invito – promosso dal gruppo del M5S – a concedere la cittadinanza onoraria della città di Pescara allo studente della università Alma Mater Studiorum di Bologna, Patrick Zaki, detenuto in Egitto con l’accusa di aver attentato alla sicurezza nazionale, di incitare alla violenza e di propaganda terroristica. Su questa vicenda e sul processo mai svoltosi a carico del ragazzo, vi è com’è noto una grande mobilitazione internazionale;
è passato, all’unanimità dei presenti, anche il testo presentato dai consiglieri del centrosinistra, in cui si chiede a sindaco e giunta di attivarsi presso la Direzione della Asl a che, nell’ambito dei concorsi banditi per l’assunzione di OO.SS., (assistenti sanitari e socio-assistenziali) <vengano immediatamente rivisti e inseriti meccanismi di valutazione del lavoro svolto, nell’emergenza Covid 19, presso le strutture ospedaliere pubbliche>;
è stato votato con esito favorevole, il testo che invita l’amministrazione, su iniziativa dei gruppi di maggioranza, ad adottare, la sospensione della riscossione dell’Imposta di soggiorno fino al prossimo 30 settembre 2021;
infine, è stato approvato a maggioranza l’ordine del giorno presentato dal consigliere del M5S, Giampiero Lettere, con il quale si chiede un’interlocuzione con il Prefetto di Pescara atta a chiarire quali siano – in zona gialla Covid – <le attività eventualmente escluse dalle aperture e quali consentite nella somministrazione nelle aree esterne di alimenti e bevande>.

Related posts

Segretari comunali, D’Alfonso: “Servono più risorse, non solo il riuso di quelle esistenti”

redazione

Pescara, il sindaco Carlo Masci su riapertura negozi

redazione

Istituto Alberghiero ‘De Cecco’ su presentazione volume ‘La Macroregione Adriatico-Ionica’

admin

Lascia un Commento

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. OK Continua a leggere

Privacy & Cookies Policy